sabato 10 novembre 2018

VICEPRESIDENZA ESPO PER D'AGOSTINO .... DOMANDE ?

L' ESPO - Organizzazione europea dei porti - ha nominato i nuovi vertici e uno dei vicepresidenti è Zeno D'Agostino, presidente dell'AdSP Mare Adriatico orientale e presidente di Assoporti. 
I triestini sono esperti a scuotere il capo e immaginare il lato negativo di ogni notizia. 
In confidenza ti pongono immediata la domanda:" Ma non saranno troppi incarichi?" " Ma il Presidente riuscirà ad occuparsi ancora del porto di Trieste ?"
Non siamo i difensori d'ufficio di nessuno dei protagonisti delle vicende portuali ma in confidenza possiamo proporvi qualche nostra sintetica riflessione. Non sarà sufficiente a farvi cambiare la visione pessimista del mondo ma forse è un bene che qualcuno si prenda la briga di dire che non tutto va male. Non facciamo nomi e non accusiamo nessuno ma dobbiamo registrare che la promozione del porto di Trieste nel mondo ha fatto passi da gigante. Sono cessate le promozioni tipo sagra a Vienna e dintorni. Basta scorrere l'elenco di quali soggetti si sono interessati alla Piattaforma Logistica e al raddoppio del Molo VII per capire che il mondo è cambiato attorno a Trieste. Come abbiamo documentato in questi anni sono stati risolti alcuni nodi (ferroviari e no) che hanno fatto crescere la capacità operativa dello scalo. Perfino la decennale vicenda dell'Allegato VIII è stata affrontata con piglio ottimista cogliendo le opportunità contenute nel Trattato di Parigi.
Forti di queste nostre convinzioni è con piacere che rilanciamo l'intervista pubblicata su IL PICCOLO di oggi



Diego D'Amelio

Trieste finisce sul tetto 

della portualità europea 

e D'Agostino diventa 

sempre più glocal 

Dopo la nomina a vicepresidente della European Sea Ports Organisation (Espo), il manager somma la carica di responsabile dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico orientale, quella di presidente dell'Assoporti e ora pure lo scranno di numero due della logistica marittima dell'Unione europea. 

AUTOMAZIONE NEI PORTI : IL ROBOT PORTUALE

PISA – Ci dovremo confrontare, presto o tardi, con l’intelligenza artificiale applicata nel modo più totale – e secondo alcuni, preoccupante – anche alle macchine antropomorfe. Ovvero ai robot, che stanno diventando artefici reali della nostra vita quotidiana. Nei giorni scorsi si sono succeduti in varie località non solo nazionali, convegni e  seminari proprio su quanto i robot stiano diventando consueti nella nostra vita quotidiana. È uscito di recente anche un libro (Adelphi) dall’inquietante titolo: “Io macchina” scritto da un irlandese, Mark O’Connell, che ha fatto il punto della ricerca con qualche estremizzazione ma assolutamente realistica.

VERTENZA COMPAGNIA PORTUALE MONFALCONE VISTA DA TRIESTE E GENOVA


Si è conclusa la vertenza che riguardava i lavoratori della Compagnia Portuale Monfalcone impiegati al Molo VII di Trieste, di cui abbiamo dato ampia cronaca per le polemiche tra organizzazioni sindacali che l'hanno protratta nel tempo. Di seguito riportiamo il comunicato delle USB - Coordinamento Lavoratori Portuali di Trieste e la stessa notizia pubblicata dal sito genovese The Meditelegraph.

Una precisazione per i nostri lettori genovesi. La Compagnia Portuale di Monfalcone è un'azienda, una società a responsabilità limitata s.r.l. che fa capo al gruppo T.O. Delta assieme al Trieste Marine Terminal che gestisce il Molo VII. Da non confondere quindi con la definizione di Compagnia che a Genova identifica l'art.18. Nel caso di Monfalcone è rimasto solamente il nome "compagnia".

COMUNICATO STAMPA 

CON RICHIESTA DI PUBBLICAZIONE

CPM – I LAVORATORI DELL’UNITA’ PRODUTTIVA AL MOLO VII° VENGONO ASSORBITI IN TMT


La vertenza dei lavoratori dell’Unità produttiva di Compagnia Portuale di Mofalcone (CPM) al Molo VII° ha avuto finalmente una conclusione positiva. I 27 lavoratori di CPM verranno assorbiti in Trieste Marine Terminal (TMT, concessionario del Molo VII°) – con un passaggio diretto - con l’applicazione della turnistica almeno settimanale, l’estensione a 30 ore dell’orario per i lavoratori in part-time, una prospettiva di stabilizzazione per i lavoratori a tempo determinato, il mantenimento delle anzianità, il riconoscimento in prospettiva di livelli superiori e l’applicazione a tutti di quanto previsto dal contratto di 2° livello di TMT.

I CINESI E LA PIATTAFORMA LOGISTICA DI TRIESTE INFORMAZIONE NAZIONALE

L'autorevole rivista on line Ship2shore conferma le voci riportate dal quotidiano IL PICCOLO e lo fa con la competenza (e le fonti adeguate) che la contraddistingue. 
I punti principali dell'articolo di Andrea Moizo si possono riassumere in questi passaggi:

I CINESI E LA PIATTAFORMA LOGISTICA DI TRIESTE INFORMAZIONE LOCALE


IL PICCOLO 03/11/2018

La Piattaforma logistica passa in mani straniere

Colosso cinese in pole

Diego D'Amelio

Entro fine anno un grande operatore internazionale entrerà in forze nella società che controlla la Piattaforma logistica. La voce gira insistente da giorni e trova conferme tra gli operatori del porto di Trieste, convinti che un player di caratura mondiale stia per chiudere un'intesa con Parisi Group e Icop per acquisire la maggioranza delle quote della Docks San Servolo, impresa creata per la costruzione e la successiva gestione della più imponente opera oggi in costruzione nel sistema portuale italiano. 


La trattativa va avanti da quasi un biennio e, dopo contatti avuti con alcuni fra i principali protagonisti della logistica globale, vede gli imprenditori Francesco Parisi e Vittorio Petrucco vicini alla firma. 

Ad aver preso informazioni in questi anni sono stati quattro soggetti: Autorità portuale di Singapore (Psa), Dubai Ports World, China Merchants Group (Cmg) e il fondo sovrano Qatar Investment Authority (Qia). 

giovedì 8 novembre 2018

ZENO D'AGOSTINO NOMINATO VICEPRESIDENTE ESPO


07 Nov 2018

Zeno D'Agostino nominato vice presidente di ESPO

BRUXELLES - Si è riunita oggi a Bruxelles l’assemblea generale di ESPO – European Ports Organisation per nominare il nuovo ufficio di Presidenza.



Zeno D’Agostino, Presidente di Assoporti, è stato nominato Vice Presidente unitamente ad Annaleena Makila (Rappresentante Finlandese) e il Presidente Eamonn O’Reilly (Irlanda) è stato confermato Presidente.

La nomina di D’Agostino, unico rappresentante dell’Europa del Sud, ha avuto l’appoggio di Belgio, Finlandia, Francia, Lettonia, Olanda, Romania, Spagna, Irlanda, Svezia, Norvegia e Regno Unito, oltre naturalmente al pieno sostegno dell’Italia. 

Il ruolo di Vice Presidente dell’Organizzazione Europea dura 2 anni ed è rinnovabile una volta.

mercoledì 7 novembre 2018

LA SIDERURGIA SI FA PUBBLICITA' SULLA CARTA STAMPATA

Domenica scorsa con il Piccolo in edicola avete trovato un inserto dedicato ai cento anni di Trieste italiana. Non ha perso l'occasione Siderurgica Triestina del gruppo Arvedi per fare una inserzione pubblicitaria a tutta pagina. Poco importa se gli anni di attività della Ferriera di Servola sono molti di più e  ci siamo già sorbiti il centenario. Con questa inserzione pubblicitaria l'hanno ringiovanita, Ferriera e impianto di una ventina d'anni.

La pubblicità sui giornali non è una iniziativa specifica della Siderurgica Triestina. Negli stessi giorni il nuovo proprietario dell'ILVA di Taranto : Arcelor Mittal Italia dava notizia dell'acquisto dello stabilimento siderurgico pugliese con la pubblicità su una intera pagina della Repubblica.




TRIESTE HUB INTERNAZIONALE


Dichiarazione del presidente D'Agostino all'incontro sulle eccellenze del FVG



Porti: D'Agostino, Trieste sistema fortissimo, non teme Cina
Scalo è hub mondiale, ma evitare che qualcuno ne approfitti

ALMENO QUINDICILA PERSONE HANNO SFILATO A TRIESTE....

non prendeteci sul serio...

Tra militari e civili in piazza Unità con il presidente Mattarella , diecimila antifascisti e antirazzisti il giorno prima e 1500 militanti nazionali di Casa Pound e curiosi possiamo affermare che hanno sfilato nello scorso fine settimana almeno quindicimila persone a Trieste. Ai piedi stanchi dei manifestanti hanno pensato i cinesi che hanno fatto arrivare in Punto Franco Nuovo quindicimila morbide pantofole che però sono state sequestrate dalle Dogane.


I cinesi e l'importatore italiano devono aver pensato che il marchio del Napoli calcio Club contraffatto non avrebbe impensierito chi indossava la pantofole .

L'AGENDA DEL GIORNO DOPO : INIZIO SETTEMBRE 2018


Manifestazione nazionale dell'organizzazione fascista Casa Pound il 3 novembre a Trieste in occasione del centenario della "vittoria" della prima guerra mondiale. I militanti di Casa Pound si autodefiniscono "fascisti del terzo millenio". Hanno sfilato in circa 1600. Sono state contate 263 righe di 6 persone. 
(fonte Rinascita Triestina). Controprova: Casa Pound ha dichiarato che sarebbero arrivati una trentina di pullman e quindi il calcolo è di circa 50 persone per 30 corriere da turismo : circa 1500.
Da registrare la contrarietà alla manifestazione di ampie parti del centrodestra triestino se non della destra vera e propria. Chiuso : ne abbiamo già scritto troppo.

LA TESTA DEL CORTEO CHE SI SNODA DA CAMPO SAN GIACOMO A PIAZZA GOLDONI